Tradizioni ed Eventi

asparagiGli asparagi e l’olio rappresentano le eccellenze gastronomiche di questa terra, ma anche i salumi e il caciocavallo sono tipici della produzione locale. Il paese si regge su una economia prevalentemente agricola: abbondano sul suo territorio numerosi terreni coltivati a olivi e viti.

La trebbiatura con la pietra è uno degli antichi lavori contadini sopravvissuti, che caratterizzano il paesaggio della zona. I colori e i ritmi lenti della natura si legano alla vita degli uomini in un magico equilibrio ambientale.

Diverse feste di natura culturale e religiosa animano il paese durante tutto l’anno. Si inizia con la Madonna di Costantinopoli, la prima domenica dopo Pasqua, per continuare, poi, con la Madonna delle Grazie la prima domenica di luglio. Il 16 agosto si festeggia San Rocco, patrono di Roscigno, mentre la seconda domenica di settembre è la volta della festa di San Gerardo. A chiudere le feste religiose è la festa di San Nicola il 6 dicembre.

Inoltre, da ormai diversi anni, nel mese di maggio, si tiene a Roscigno la Festa dell’asparago selvatico, una manifestazione nel corso della quale è possibile degustare piatti tipici del luogo e visitare le maggiori attrazioni locali, mentre in corrispondenza delle festività natalizie Roscigno Vecchia diventa teatro naturale per ospitare la manifestazione “Presepe ‘900”,  durante la quale oltre 100 figuranti ripropongono le principali scene della Natività, occasione per ricordare e riproporre alle nuove generazioni i vecchi mestieri ormai dimenticati come l’arrotino, la tessitrice, il fabbro, il maniscalco, il calzolaio, il falegname.

Consulta il calendario completo degli eventi.